Arco Lago di Cavedine Arco – bici da corsa

Si parte dal parcheggio posto dopo il ponte sul fiume Sarca. Si prende la ciclabile direzione Nord. Si costeggia il fiume Sarca prima sulla sponda occidentale per poi passare sulla sponda orientale. Pedalando alla vostra destra in località Moleta di Arco troviamo un bar e un parco giochi. Continuiamo a pedalare ed arriviamo al termine della pista ciclabile. Mentre pedaliamo sulla pista ciclabile alla vostra sinistra trovate le pareti dei “colodri” famose per l’arrampicata sportiva sono palestre a cielo aperto. Al termine della pista ciclabile si gira a sinistra si pedala ora su strada principale aperta al traffico passiamo l’abitato di Ceniga per poi raggiungere Dro dove lo attraversiamo. Alla rotonda giriamo a sinistra e proseguiamo un centinaio di metri per poi girare a sinistra, ora seguiamo i cartelli che indicano la pista ciclabile, lasciate le ultime abitazioni di Dro ora si pedala su pista ciclabile riservata solo alle biciclette e ai pedoni. Si costeggia il fiume Sarca pedalando trovate alla vostra sinistra un grazioso bar il Bike&Wine dove vi consiglio di fermarvi per una sosta. Si risale in sella e si pedala sempre sulla pista ciclabile, immersi tra i meleti e le piante di prugne fino a raggiungere l’ex centrale di Fies ora location per eventi e mostre d’arte. Si prosegue diritti e dopo un breve tratto pianeggiante affrontiamo un breve tratto cementato molto pendente, quindi salite con il vostro passo e con un rapporto agile. Da questo punto inizia una serie di salite discesa tratti in falso piano fino a raggiungere le campagne che stanno ad indicare che siamo a Pietramurata. Si costeggiano alcuni campi di meleti per poi arrivare ad un bivio, qui abbiamo 2 possibilità:

1. girare a sinistra percorrere un breve tratto tra i meleti per poi girare a destra mantenersi sempre sulla strada principale e giungere in località lago di Cavedine. Sulla strada alla vostra destra trovate l’azienda agricola di Gino Pedrotti, merita una sosta per la cordialità e per assaporare un buon bicchiere di vino santo. Al termine della strada allo stop si gira a sinistra, si costeggia il canale che alimenta il lago di Cavedine. Ci fermiamo dove il canale entra nel lago di Cavedine perchè in questo punto arriva la seconda possibilità

2. teniamo la destra si pedala su strada secondaria poco trafficata immersi nei meleti per poi girare a sinistra e trovare la pista ciclabile che scorre tra meleti e campi coltivati, attraversiamo con 2 ponticelli 2 canali per poi costeggiare il lago di Cavedine per poi giungere con un ponte sulla strada principale dove ci siamo fermati con la possibilità numero 1. Si gira a destra si costeggia il lago di Cavedine la strada è asfaltata e tenuta bene, poco frequentata, terminato di costeggiare il lago di sale, sali con pendenza costante, immersi nello scenario delle “marocche”. Al termine della salita, si affronta una bella divertente discesa con curve e controcurve fino a giungere allo stop dove si prosegue diritti in discesa, ci manteniamo sempre sulla strada principale e terminata la discesa si affronta un rettilineo per poi girare a destra affrontare un cavalcavia e arrivare ad una rotonda, dove andiamo diritti siamo a Dro. A questo punto l’itinerario si svolge sulla strada fatta all’andata, raggiungiamo attraverso la strada principale Ceniga quindi un centinaio di metri dopo l’abitato giriamo a destra e ci troviamo sulla pista ciclabile che ci porta al punto di partenza ad Arco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...