Seconda tappa – Rifugio Pernici Rifugio San Pietro – Garda Trek

Dopo la notte al rifugio mi alzo e mi preparo. Colazione abbondante per la giornata a spasso per i monti. Faccio colazione con Marco e mentre prendiamo un caffè assieme chiedo a Marco le condizioni del sentiero della “regina. Mi consiglia di affrontarlo con attenzione. Mi ricordo della volta che l’ho fatto alcuni anni fa e non era proprio così banale farlo ma comunque con attenzione e un po’ di testa si percorre senza problemi. Parto dal Rifugio e arrivo a Bocca Trat a quota 1581 m. Prendo il sentiero 445, il famoso sentiero della Regina. Inizio salendo lungo il pendio sul sentiero e il panorama sottostante è molto bello. Proseguo e poi scende per un tratto abbastanza scosceso poi il sentiero è un continuo su e giù. Trovo solo alcuni tratti dove il sentiero è stato portato via dalle slavine invernali, ma con calma e un po’ di attenzione passo anche questo tratto. Il sentiero passa sotto la roccia soprastante e mi trovo sul Monte Vender a quota 1504 m. Mi trovo in un bellissimo prato, mi fermo scatto una foto e mi riposo un po’. Riprendo a camminare con meta il lago di Tenno. Scendo lungo il sentiero Sat 445 che mi porta in breve tempo vicino al lago di Tenno. Termina il sentiero attraverso la strada e quindi il parcheggio, giro a sinistra e seguo le indicazioni per il lago di Tenno. Lago dalle acqua cristalline che conosco molto bene. Seguo le indicazioni e scendo dalle scalette verso il lago. Come sempre il colore delle acque è cristallino di un colore indescrivibile se non si vede. Termino le scalette e giro a destra percorrendo il sentierino lungo il lago. Mi fermo per fare alcune foto soprattutto all’isolotto. Alla fine del sentiero salgo a destra quindi mi trovo alla mia sinistra un bar, dove mi fermo a prendere un caffè. Rimetto lo zaino in spalla e salgo ancora su fondo lastricato per poi svoltare a destra e camminare su fondo sterrato. Salgo per poi scendere e mi trovo in località Frioc. Tengo a sinistra direzione Canale di Tenno. Canale è un bellissimo borgo medioevale. Ogni volta che raggiungo questo borgo mi fermo a fare delle foto e ad immaginare come poteva esser la vita nel medioevo. Vi consiglio di vedere il borgo di Canale durante il periodo invernale per la presenza dei mercatini e durante il periodo di Agosto per “Rustico Medioevo”, una settimana all’insegna di spettacoli e cibo nel borgo. Attraverso il borgo e seguo i cartelli Sat con il numero 406. Salgo su fondo ciottolato fino in località Bastiani dove trovo una fontana, proseguo sempre sul sentiero 406 fino a raggiungere la strada asfaltata. Giro a sinistra e cammino su fondo asfaltato quindi trovo le indicazioni per il Rifugio San Pietro. Giro a destra e cammino su fondo sterrato, in leggera salita. Dieci minuti e sono al Rifugio da dove si ha una vista incredibile sulla busa. Mi sistemo e mi fermo a cena al Rifugio. Ecco la fine della seconda tappa.

 

Annunci