Pregasina – Bocca Larici – Malga Palaer – Pregasina – trekking

L’itinerario parte dall’abitato di Pregasina. Pregasina, frazione di Riva del Garda si raggiunge, una volta usciti dal tunnel per la valle di Ledro svoltando a sinistra. Si passa una galleria quindi alcuni tornanti e vi trovate a Pregasina. Vi consiglio di seguire la freccia indicativa per l’unico parcheggio. Usciamo dal parcheggio e seguiamo le indicazioni per il sentiero 422b. Si cammina per un tratto su fondo asfaltato quindi inizia lo sterrato. Tratto pianeggiante quindi si sale su fondo sterrato, la strada è a tornanti e con tratti rettilinei, su alcuni tornanti trovate dei favolosi posti per scattare delle belle foto del lago di Garda. Su di una curva a destra, andiamo diritti, lasciamo la strada forestale e cominciamo a camminare su fondo sassoso, sassi ben compatti lisci, quindi prestate attenzione quando il terreno è bagnato che si scivola!! Termina il sentiero e si svolta a sinistra. Si cammina su strada forestale e si arriva a Bocca Larici a 907 m di quota. Qui giro a sinistra e cammino alla mia destra un prato e a sinistra un edificio. Si sale lungo il sentiero e si arriva a Punta Larici che panorama, visuale a 360° sul lago, posto da fermarsi a far delle belle foto. Rientriamo a Bocca Larici e andiamo diritti. Alla nostra destra una tabella voluta per ringraziare Uli Stanciu che per la prima volta anni fa ha iniziato a fare i test delle mountain bike proprio in questa zona per poi creare il Bike Festival a Riva del Garda. Salgo sempre su fondo sterrato poi tratto pianeggiante a destra fontana e davanti Malga Palaer casa gestita dagli alpini di Pregasina. Teniamo la destra si cammina su fondo sterrato, tra tratti pianeggiante lievi salite e poi discesa. Arriviamo e a sinistra notiamo i cartelli sat con le indicazioni del sentiero 422 per Passo Rocchetta o Passo Guil. Proseguo diritto sempre sul sentiero Sat numero 422. La strada è in leggera discesa fino a giungere ad uno slargo dove a destra trovo i cartelli Sat che indicano il sentiero numero 422 direzione Pregasina. Il sentiero 422 è molto carino, tratti con tornati a gomito, gradoni in pietra e radici il tutto su fondo misto tra terra e sassi smossi, da percorrere con attenzione, soprattutto con la pioggia o terreno bagnato. Il percorso termina ci troviamo ad un bivio, giriamo a destra, girando a sinistra si va verso Cima Nodice. Scendiamo primo tratto su fondo con sassi smossi, quindi tratto con fondo compatto per poi scendere con alcuni tornanti su fondo cementato. I tornanti sono molto ripidi come tutta la discesa quindi scendete con prudenza. Giunti sulla strada ci troviamo sulla strada fatta all’andata, manca davvero poco, giriamo a sinistra e in 5 minuti siamo al punto di partenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...