Malga Martalm – Val Ridanna trekking

Malga Martalm Val Ridanna Alto Adige

Malga Martalm –  Val Ridanna Alto Adige

Meta della camminata adatta a tutti anche ai bambini e alle famiglie con il passeggino è di raggiungere la Malga Martalm. Il punto di partenza è Ridanna – Masseria a 1370 metri di quota per raggiungere la malga a quota 1732. Dislivello di 362 metri. Il tempo di percorrenza 1 ora e mezza 2 ore. Si parcheggia a lato dell’hotel Schneeberg, si attraversa la strada e si prende la strada a lato dell’hotel. Al bivio si gira a sinistra e si costeggia l’hotel quindi il parco dell’hotel a sinistra mentre a destra un prato verde che in inverno diventa la zona per il biathlon, con la zona di tiro. Si prosegue sulla strada asfaltata si passa un ponticello molto carino per poi proseguire passare sotto un ponte dove a destra si trova l’impianto a cippato di legno dell’hotel Schneeberg. Si prosegue su strada asfaltata in salita. Si prosegue e si entra nel bosco dove a lato della strada possiamo trovare tantissime piante di mirtilli. Mirtilli che hanno un sapore unico.

Si prosegue e arriviamo al maso Staudner dove finisce la strada asfaltata. Da qui si ha una bellissima visuale fino alla fine della valle. S’inizia a camminare su fondo sterrato sul lato sinistra il torrente. Si entra nella Valle degli arbusti (Staudenbergtal). Si prosegue sempre sulla strada seguendo sempre le indicazioni per la Malga Martalm. Si sale per poi affrontare un tornante a sinistra quindi a destra e si affronta ora un tratto in leggera salita e dopo una curva a sinistra s’intravvede la meta della giornata. Prima della malga a destra troviamo un piccolo stagno con oche e anatre, conigli e galline. Si trovano anche vitellini e oltre il cancello degli yak, buoi tibetani.

La Malga ha posti a sedere al coperto e all’aperto. Il titolare è molto simpatico e brillante, vestito alla tirolese. Il piatto che abbiamo mangiato era un tagliere misto di affettati e formaggi. I formaggi vengono prodotti da loro quindi sono molto buoni un sapore davvero unico così come gli affettati lo speck aveva un sapore unico, affumicato al punto giusto cosi come i salamini che ci hanno portato. Nel tagliere i tipi di formaggi erano il formaggio grigio, formaggi da taglio stagionati e semi stagionati, caprino con erba cipollina e burro di latte vaccino. Il formaggio grigio è molto particolare ma è sicuramente da assaggiare così come il burro dal colore giallo intenso con un gusto e profumo unico.

Il percorso di rientro si svolge lungo il percorso fatto all’andata.

CONTATTO: Wolfgang Schölzhorn +39 339 136 17 59

 

Annunci